I nuovi limiti alle detrazioni/deduzioni a decorrere dal 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da amministratore   
Giovedì 18 Ottobre 2012 11:14

A decorrere dall'anno d'imposta 2012, come stabilito dal “Decreto Stabilità”, vigeranno nuove regole in materia di deduzioni e detrazioni IRPEF.

Le novità sono per la maggior parte incentrate su una limitazione alla deducibilità/detraibilità di alcuni oneri e spese.

Gli oneri deducibili ex art. 15 DPR 917

La deducibilità per le predette spese si applicherà solo per la parte che eccede l’importo di 250 euro, in relazione a ciascuna tipologia di spesa.

Tra gli oneri deducibili esclusi da tale franchigia, vengono inserite anche le spese mediche generiche e di assistenza specifica per soggetti portatori di handicap.

Rimangono, invece, immutate le esclusioni relative ai seguenti oneri, per i quali rimangono fermi gli eventuali limiti di deducibilità già previsti:
- contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e quelli versati facoltativamente alla gestione previdenziale obbligatoria di appartenenza;
-contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare;
-contributi e premi versati alle forme pensionistiche complementari (“fondi pensione”);
-erogazioni liberali per il sostentamento del clero della Chiesa Cattolica;
-erogazioni liberali ad altre confessioni religiose riconosciute;
- somme restituite al soggetto erogatore che avevano concorso a formare il reddito.

La suddetta franchigia di 250 euro si applicherà anche con riferimento agli oneri e alle spese la cui deducibilità dal reddito complessivo IRPEF è riconducibile all’art. 10 del TUIR ovvero:

le erogazioni liberali alle ONLUS,

alle associazioni di promozione sociale (APS),

alle fondazioni e associazioni riconosciute, alle università e ad altri enti di ricerca.

Gli oneri detraibili ex art. 15 DPR 917.

La franchigia di 250 si applicherà anche agli oneri detraibili che potranno beneficiare della detrazione IRPEF del 19% solo sull’importo eccedente, fermi restando eventuali limiti massimi di detraibilità già previsti. Anche in questo caso, sono state previste ulteriori eccezioni. La franchigia, infatti, oltre alle spese sostenute dai soggetti sordi per i servizi di interpretariato e alle spese per il mantenimento del cane guida dei soggetti non vedenti, non si applica altresì:
- alle spese riguardanti i mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento e per i sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione dei soggetti portatori di handicap;
- alle spese, nel limite di 2.100 euro, sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana (“badanti”).

Anche in relazione agli oneri detraibili, viene previsto che la suddetta franchigia di 250 euro si applichi altresì con riferimento agli oneri e alle spese la cui detraibilità dall’IRPEF lorda è riconducibile all’art. 15 del TUIR, ad esempio:
- le spese sostenute per la frequenza di asili nido (art. 1 comma 335 della L. 266/2005);
- le erogazioni liberali in denaro alla società di cultura “La Biennale di Venezia” (art. 1 della L. 28/99);
- le donazioni effettuate all’ente ospedaliero “Ospedale Galliera” di Genova (art. 8 della L. 52/2001).

In relazione agli oneri detraibili, oltre alla franchigia di 250 euro per ciascuna categoria, è previsto anche un limite complessivo di 3.000 euro per ciascun periodo d’imposta; non rientrano in tale limite le spese sanitarie, per le “badanti”, per i servizi di interpretariato dei soggetti sordi e per il cane guida dei soggetti non vedenti. Dai nuovi limiti rimangono fuori le spese per gli interventi di recupero edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici, in quanto non riconducibili all’art. 15 del TUIR.

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Ottobre 2012 11:24
 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più sui cookies che usiamo e come cancellarli vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information